Overlay Kubeitalia
Marketing mix, conoscerlo per una strategia di successo
Made in Kubeitalia
11 Gennaio 2022

Marketing mix, conoscerlo per una strategia di successo

Ecco quali variabili considerare nella creazione di una strategia di successo

Ideare la strategia vincente di un business non è mai facile. Esistono una serie di variabili da considerare (leve decisionali) e bisogna pensare a molte cose in anticipo, sviluppando le idee migliori attentamente prima dei competitor.

L’articolo di Kubeitalia di oggi spiega quali sono le variabili più interessanti e importanti e perché conoscerle può migliorare la situazione dei professionisti che intendono far crescere la propria attività.

Marketing mix: la definizione

Con l’espressione inglese “Marketing mix” si intende la serie di variabili (o leve) che aiutano l’esperto del settore a sviluppare una strategia capace di raggiungere gli obiettivi di business per ciascuna attività.

Detto così, sembra complicato. In realtà non è poi così complesso: la strategia nasce dalla combinazione di una serie di fattori, che svolgono tutti un ruolo importante per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. La difficoltà sta principalmente nel dare la giusta importanza a tutte le leve decisionali del mix, tenendo sempre a mente:

  • Target;
  • Budget;
  • Obiettivi e Mission.

Le 4P del marketing mix

Nel suo testo “Basic Marketing: a Managerial Approach”, Edmund Jerome McCarthy ha teorizzato un “mix” basato sulle cosiddette 4P:

  • Product (prodotto): si tratta del prodotto/servizio che si intende proporre al mercato di riferimento. Nel valutare il prodotto/servizio bisogna considerare non solo le sue caratteristiche estetiche e tecniche, ma anche se e come tale prodotto/servizio può soddisfare una necessità o un desiderio del potenziale acquirente.
  • Price (prezzo): il prezzo, naturalmente, rientra tra le leve decisionali considerate nel mix. Scegliere il prezzo giusto è complesso: bisogna calcolare i costi di realizzazione, la domanda e i ricavi potenziali, nonché le scelte della concorrenza.
  • Place (Punto Vendita o Distribuzione): nella leva “distribuzione” rientrano tutti quelli strumenti e quei canali che permettono al prodotto/servizio di raggiungere il consumatore finale nella maniera migliore e più rapida possibile.
  • Promotion (Promozione): il prodotto/servizio senza pubblicità rischia di rendere molto meno rispetto al previsto. Per questo, l’attività di promozione (attraverso gli strumenti tradizionali, ma anche quelli offerti dal web) è fondamentale per il successo di qualsiasi strategia di marketing.

Da 4P a 7P

Nel marketing mix “moderno”, che prende in considerazione anche studi recenti e la nuova centralità del cliente nella definizione della strategia di business, rientrano altre 3P (modello delle 7P):

  • People (Persone): il cliente, nel marketing odierno, è concepito come un individuo con necessità, bisogni, desideri ed emozioni. E come tale va trattato nell’ambito di una qualsiasi strategia preparata da un protagonista.
  • Process (Processo): l’ottimizzazione dei processi permette di ottenere il massimo risultato con il “minimo” sforzo. Una buona organizzazione dei processi permette di migliorare il servizio, ridurre i costi e (potenzialmente) aumentare i profitti.
  • Physical Evidence (Prova tangibile): riguarda le valutazioni dei clienti di fronte al prodotto/servizio ricevuto. Questa variabile è fondamentale e permette sia di realizzare casi studio sia di valutare le recensioni e sfruttarle a vantaggio del brand.

Conclusione

Sono tanti gli elementi che rientrano nel marketing mix. Conoscere e concedere il giusto spazio a ciascuna delle leve permette di realizzare una strategia attenta, dettagliata e di successo. Se hai bisogno di aiuto nella progettazione della tua strategia, scopri i servizi di Kubeitalia.

Pubblicato da Kubeitalia
Leggi gli altri articoli

Frasi Chiave

https://books.google.com/books/about/Basic_Marketing.html?id=uhPUAAAAMAAJ